martedì 18 luglio 2017

domenica 9 luglio 2017

A Sergio "Alan D." Altieri 16 - 6 - 2017

Oggi ho tolto dalla copertina di Facebook la nostra foto insieme perché ogni volta che entro sul mio profilo e a vedo mi si spezza il cuore. Sergio "Alan D." Altieri oltre a essere un magnifico scrittore era uno di quelli che ti spingono a forza fuori dai momenti neri - che siano dovuti a tristezza o a difficoltà pratiche - con poche parole ma quelle giuste. Una di quelle persone che ti tirano via dai guai, gli insospettabili che ti aiutano nel momento del bisogno, quando molti di quelli che pensavi fossero amici (o anche di più) ti girano le spalle. Avevo immaginato che parlassero di più di te e della tua scandalosa scomparsa, *Der Wolf*. Alla Mondadori ad esempio, che si parlasse di più dell'uomo che ha dedicato tanto della sua vita a questa casa editrice con tutti i libri che ha curato, tradotto, scritto. Come farà certa gente a farsi scivolare tutto da dosso con tale indifferenza, io non lo so. Ci sarà un olio miracoloso. Te ne sei andato in silenzio e io ti penso a come ti hanno descritto quando ti hanno trovato senza vita sul divano, con gli occhiali, addormentato davanti alla TV, ti sei scordato di svegliarti. Ma questo silenzio risuona dei pensieri di un popolo di per sé silenzioso, quello dei tuoi lettori, che tace ma non dimentica